Consigli del giorno

Così mi alzai presto, nell’assenza di chi mi coccola con il profumo di caffè e crêpes, mi preparai in solitaria la colazione ed andai a regalarmi dei fiori. // Donati il pane per il corpo ed i fiori per l’anima // Macchie di Chinà Auguri

Bambù

Gli antichi giapponesi lo utilizzano da anni come pianta ornamentale nelle loro case, nei loro giardini per avere grande energia positiva che portasse loro la spiritualita’, la fortuna e li aiutasse a ritrovare la strada della Luce interiore. E’ considerata “pacifica e forte” dalla facile crescita, poiche’ e’ robusta ,si adegua alle diverse temperature ed … More Bambù

 wabi-sabi (侘寂)

wabi-sabi (侘寂) Bellezza imperfetta, non duratura e incompleta, così come imperfetta è la natura incontaminata o la semplicità rustica, lontano dall’eleganza. Diamo spazio al design imperfetto. Amo i gesti imprecisi, uno che inciampa, l’altro che fa urtare il bicchiere, quello che non ricorda, chi è distratto, la sentinella che non sa arrestare il battito breve … More  wabi-sabi (侘寂)

Wishlist

Questa è una storia che arriva da lontano, arriva ogni anno ed arriva puntale, tinta di verde, di rosso, narrata con la semplicità di una capanna o ricca di luci californiane. Da tutti viene colorata ed arricchita da tante spunte, spunte di desideri scritti su liste appese ai verdi rami o in ricolme cassette bianche. La … More Wishlist

Tokyo

E così mi portasti al luna park. La ruota panoramica saliva, e insieme giravamo in quella matassa di vie disorientate che nessuno pareva conoscere. Addentando biscotti verde macha, si pescarono giochi, peluche in negozi variopinti. Timidi entrammo nelle scatole magiche, dove gli occhi diventarono grandi,le ciglia lunghe e tra ridenti sguardi uscimmo con polaroid come … More Tokyo

Pastelli su prati bagnati

Eppure sentire, nell’aria ancora fresca, nella pioggia magra, la voglia di te Eppure sentire, coperta ancora da pesanti piume, la seta e te Eppure sentire, dipinta di monocromatici grigi neri i pastellati rosa, verdi, e azzurri Eppure sentire, tra le auto che sfrecciano i rami portati dagli uccelli che cantano di te Eppure sentire, le gambe che passeggiano mentre i … More Pastelli su prati bagnati

Il colore rosa

Ci sono le donne…. e poi ci sono le donne donne E quelle non devi provare a capirle, sarebbe una battaglia persa in partenza. Le devi prendere e basta.   Devi prenderle e baciarle, e non dare loro il tempo di pensare. Devi spezzare via, con un abbraccio che toglie il fiato, quelle paure che … More Il colore rosa

Balla (toio)

Il portone d’ingresso è molto discreto. Piccolo, in legno deteriorato o in acciaio, cigolante all’apertura e poco accattivante. Lo apro. Ed eccomi qua, seduta a teatro. Il sipario si è spalancato e il palcoscenico è occupato da una scenografia imponente che avvolge un cortile centrale.  Le singole abitazioni sono distribuite su più piani (da tre … More Balla (toio)

Lagom

Mi snodo nel groviglio di vicoli di Gamla Stan bevendo il mio Glögg caldo. Il freddo punge, il mare infastidisce un veliero ancorato e il grigio del cielo si specchia negli occhi di L. che diventano sempre più chiari. Le gambe infreddolite muovono chilometri e come calamite vengono risucchiate all’interno dei numerosi negozi che emanano caldo tepore. Come costellazioni nelle sere di … More Lagom