Ciò che di inaspettato aspetti.

A Roma l’aria è più calda.

A Roma il caffè costa 90 cent e lo puoi gustare con chi ti saluta senza conoscerti.

A Roma il cibo è buono ed è ancora più gustoso se telo prepara una signora dall’accento marcato.

img_3541

A Roma c’è una zona dove i bambini mostrano la loro innocente allegria, il cielo si colora di bolle, la musica scalda l’anima e far foto è imbarazzantemente bello.

Lo chiamano Trastevere.

img_3597img_3616

“Oggi mi sembra che er tempo se sia fermato qui” canta Antonello e, con una pronuncia piemontesizzata, lo stono pure io.

img_3580

A Roma seduti al Bistrot immerso nel verde gli aquiloni tingono il cielo, azzurro come gli occhi che guardano me.

A Roma ci furono seduzioni, confessioni, storie ed amori.

img_3407

Roma è il profumo di carbonara, sono bambini che inseguono bolle di sapone, è la musica che ti culla, è la carezza dell’ultimo raggio di sole, è il coraggio di cambiare idea.

img_3569

img_3526

A Roma il cuore è pieno, lo sguardo rapito e c’è una tanta bellezza.

Roma è ciò che di inaspettato aspettavo.

img_3532

Chinà


48 thoughts on “Ciò che di inaspettato aspetti.

  1. Attraverso i tuoi occhi ora vediamo ciò che di inaspettato aspettiamo! Nella prossima passeggiata che farò mi lascerò guidare dalle tue parole…magari ammirando il cupolone al tramonto, siamo sempre troppo di fretta e con gli occhi assuefatti dalla confusione! Buona serata!

    Liked by 1 persona

  2. Se mi chiedessi se mi garba più il testo o le foto scattate, sarei in un bell’impiccio, sai…
    Quella seppia con la bolla in aria e i bimbi è un incanto…
    Da quando son diventata nonna ( e tra poco nonna bis) certe immagini mi avvincono…

    Liked by 1 persona

  3. Attraversare Roma ti fa sentire come se stessi camminando in un’altra epoca, in un altro mondo. Ti fa dimenticare i grandi problemi della società e ti fa sentire accarezzato dalla bellezza di questa città.

    Liked by 1 persona

  4. Mi piacerebbe tanto abitare a Roma se non fosse che all’altezza di Frattocchie, scendendo da Albano, la vedo immersa in una cappa grigia di smog: non potrei farci vivere mio figlio…dovrei essere obbligata. Le tue foto colgono l’attimo prezioso della poesia.

    Liked by 1 persona

  5. Fa piacere ogni tanto trovare chi sa apprezzare, in una città così complessa come la nostra, i piccoli reati di normalità di cui dovremmo vivere in esclusiva. Mi piace pensare che questi scatti che hai liberato ai nostri occhi siano “obiettivo” di amore verso le piccole cose che ci rendono grandi dentro. Molti dei tuoi punti di vista li avevo già colti per mera crudeltà anagrafica… ma un ripasso così delizioso fa proprio bene assorbirlo con gli occhi della mente e del cuore! Grazie!

    Mi piace

  6. Oltre ad un notevole “colpo d’occhio” credo tu abbia un’ottima attrezzatura. Ti ringrazio molto per il “mi piace” tanto qualificato. Io sinora avevo solo una bella ma pur sempre compattina con la quale ho preso foto per un articolo simile: “dimensioni parallele”. Mi piacerebbe che lo vedessi. Infine, il massimo della sfacciataggine, non so che darei per il follow… Adesso vado a vergognarmi!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...