A “turn off” space

07.15 Occhi come fessure, il salvavita ha la forma di un triangolo alla nutella, traffico e musica alta.

8.30  / 18.30 Pc, disegni, numeri, discussioni.  Persone, confronti ed energie disperse. La testa corre, a volte gioca altre cade a terra. Si rialza tra testi, programmi e ritorna verso sera nel traffico urbano.

Sera.  Turn off. Il mio angolo.

Dai tratti nordici e minimali seguono le note di uno spazio silenzioso e  personale  dove far cantare l’anima e danzare il relax . 

Le chiare tonalità. Dalle pareti ai tessuti, bianco, grigio, azzurro cancellano le incisioni della giornata, sono tela per i miei sogni, riflessioni e pensieri si evasione.

Il verde. Il verde di piante tropicali. Immancabile essenza di libertà, mi scioglie i nervi, dona dolce contrasto e mi ricorda l’estasi di luoghi inesplorati.

img_3482.jpg

Rivoluzione creativa. Un’opera cucita dentro di voi, la forma d’arte che vi racconta nei toni che vi scaldano.

Su uno sfondo murale intonacato di bianco lo stile  lineare, semplice ed asciutto di Pejac. Il mio ‘Seppuku’ nell'”open air” della mia stanza.

Non occorre essere esperti pittori o artisti, basta una stampa, pennelli, colori acrilici ed una matita da disegno.

FullSizeRender (6).jpg

Ho ricalcato il profilo della sagoma precedentemente ritagliata con una matita aiutandomi così a definire meglio i contorni ed essere più precisa. Una volta che il mio samurai ha preso vita, il nero è diventato l’attore principale e, steso con un pennello di medie dimensioni e piatto,  ha tonalizzato l’opera.

Il dettaglio in rosso, fiori definiti con stuzzicadenti bagnati con la vernice, si ribellano all’abbondanza del nero e donano l’imperfezione mancante.

FullSizeRender (9).jpgFullSizeRender (10).jpg

 

 

 

 

 

 

unnamed.jpg

Qua dove batte l’amore, nasce il mio spazio di fuga, mentre  fuori esplode l’amarezza o la routine quotidiana.

Nel chiaro di un sole che luccica, ora balla, balla mio samurai.

 


17 thoughts on “A “turn off” space

  1. È sempre un bel mix di emozioni leggerti, tra l’altro apprezzo molto la scelta negli accostamenti delle tonalità, con qualche piccolo accenno di colore.
    La scelta di aggiungete le piante secondo me è rilassante e quasi terapeutica perché porta con sè la vitalità del cambiamento di ciò che è vivo e cambia forma con il trascorrere del tempo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...