Venice

Correva l’anno 1630. Correvano gambe scarne,  correva l’acqua mal odorante nei canali  spennellati  da tanti archetti bianchi, strumenti di romantici musicisti. Correva la paura, in uno scenario incantato spennellato con colori a tempera scoloriti nel tempo da un panno di nebbia che imbevendoli li fece diventare come acquerelli. Infilzavano le docili carezze dell’acqua lignei aculei, spinte per i costosi … More Venice

Raccontami il mare.

Raccontami di quanti blu vedi. Distendimi tra i venti e cullami con le onde, Portami all’orizzonte dei sogni, chiusi in vecchie bottiglie Viandante in cerca di spiagge raccontami. Banana Yoshimoto scrive ‘nelle città senza Mare… chissà a chi si rivolge la gente per ritrovare il proprio equilibrio… forse alla Luna…‘ Io lo metto in casa.  … More Raccontami il mare.

La vertigine in paiette

Quando aprii la porta del giallo cab, la vidi, succinta nel suo abito di paiette. Elegante danzi sulle più alte Louboutin, e  complice con il nostro jet-lag e con le inesistenti chiusure di negozi e locali, fai sentire il sonno un inutile ristoro, sostituito dalle poltrone di  uno Starbucks che profuma di cannella. Luci a neon ti sottolineano le curve e … More La vertigine in paiette

Eva

20 cm, la distanza dall’orizzonte piatto e calmo. Con gestualità femminile mi distendo, snella nelle mie scarne forme. Un nero laccato mi impreziosisce nelle sere mondane e mi lascia nel mio amato anonimato nella giornaliera quotidianità. Dagli incontri che faccio danzo diverse musiche ed esprimo gesti che , senza parole, rappresentano un eccellente tipo di linguaggio muto. … More Eva

Cappelletti di Natale

Lidia nasce 70 anni fa in una borghese famiglia umbra. A 16 anni un giovane in moto le fece perdere il cuore ma anche la libertà… quei fiori rossi e gli ammalianti saluti non erano graditi all’austero padre, che per tre anni la chiuse dalle monache. Lidia diventa donna,maestra, amante dell’opera, dei palcoscenici, della danza e del buon … More Cappelletti di Natale

L’amante

Sotto un dolce mutismo, siamo puri nell’immobilità. Qua, dove il ritmo del cuore echeggia mentre la mente ci inganna. Leggeri, guardiamo immagini scontornate . Sensazioni disperse saccheggiano il cuore per poi liberarlo. Sott’acqua. Ad un passo dai pensieri ecco l’amante perfetta. Lineare, sinuosa e sensuale. Pura e pregiata esalta lo spazio facendosi ammirare.   Monocromatica, impreziosita da un … More L’amante

Le mele sono trafitte, i pipistrelli inforchettati.

Si narra dell’astuzia di un vecchio fabbro irlandese di nome Jack, si narra di imbrogli che inscenò per non vendere la sua anima al Diavolo, si narra della vita dissoluta di Jack e della sua morte. Si narra la sua discesa agli Inferi ed il rifiuto del Diavolo a prenderlo nel suo regno. Accompagnato solo da un … More Le mele sono trafitte, i pipistrelli inforchettati.

E se i muri potessero parlare?

Imponenti e silenziose, tanto austere da infastidirmi. Giudici miti, osservano immobili, dibattiti, amori, tradimenti, sogni e sconfitte. Impostate e rigide come nobil donne bigotte, troppo conservatrici. Nella notte di un tardo rientro in casa e nelle più aspre discussioni mi sembra di sentirle parlare, esaltando il grillo parlante interiore. Ma sono certa …. dietro tanto rigore si … More E se i muri potessero parlare?